Io sono il tuo luogo

Lungimirante
Vedi i cerchi concentrici
Che compongo
Pietra dopo pietra

Io sono il tuo luogo,
Il tuo parto con dolore,
La tua pelle martoriata,
Io sono e non so.

Io sono dono e tu sai,
Io metto pietre,
Le mie mani sanno di terra,
Divento di nuovo fertile
Nel tuo parto con sangue

Cerchi concentrici,
Le forze primordiali
Delle mag├Če e degli amori furiosi
Diventano riparo e luce

Amelia De Simone – 1 dicembre 2015

Precedente Non ha peso Successivo La mano sul volto